Al via ‘Il Collegio’: back in the 70’s. Cosa succederà nella prima puntata?

Rai

Appuntamento – da martedì 26 ottobre, alle ore 21.20 su Rai2 – con la sesta edizione de “Il Collegio”.
Ad accogliere i 20 adolescenti del docu-reality prodotto da Banijay Italia, un’atmosfera anni ’70, un
ritorno al mondo analogico della radio, del Super 8 e del vinile. Anni di svolta, dell’esplosione della
creatività, dei cantautori, della nascita del punk, delle radio libere, del femminismo militante, delle
contestazioni giovanili ma anche dell’esplosione della disco music e della cultura dei locali e del
divertimento. Anni ricchi di fermento culturale dove si insinua una nuova energia: iniziano, infatti,
nel 1977 gli anni della febbre del sabato sera, si abbandona il bianco e nero e cominciano le prime
trasmissioni a colori della Rai.
È l’anno di Portobello, di Sandokan, di L’altra domenica, di Discoring che diffonde la musica dei
giovani, vera star degli anni settanta. Proprio il 1977 è l’anno di successi senza tempo come Heroes
di David Bowie, We Are the Champions dei Queen, Never Mind the Bollocks dei Sex Pistols, Staying’
Alive dei Bee Gees, I Feel Love di Donna Summer e in Italia Figli delle stelle di Alan Sorrenti, Ti amo
di Umberto Tozzi, Amarsi un po’ di Lucio Battisti.
Il clima di quegli anni entrerà immancabilmente nel Collegio Regina Margherita di Anagni, che per
il secondo anno consecutivo, sarà la cornice delle avventure dei giovani studenti, attraverso lezioni
e attività extra scolastiche si affronteranno quindi i temi dell’epoca, in classe si parlerà di sindacato,
di canzone d’autore, di divorzio, di censura.
Le attività parallele daranno invece modo ai protagonisti di esprimere la propria creatività, proprio
come accaduto ai giovani dell’epoca. Gli studenti, inoltre, avranno la possibilità di lavorare come
una vera e propria redazione e pubblicare la loro “fanzine”, rendendo omaggio alle radio libere del
tempo, e animando, come ideatori e speaker, la Radio del Collegio.
Ci sarà poi il Progetto Cinema, guidato dal regista Lorenzo Vignolo, grazie al quale i collegiali
scriveranno e dirigeranno un vero e proprio film di cortometraggio girato rigorosamente in Super 8.
Novità della stagione sarà un maggior coinvolgimento dei genitori dei ragazzi, che saranno
protagonisti il primo giorno nei colloqui di ammissione e torneranno successivamente al Collegio
per un convegno dal titolo: I giovani d’oggi, ricucire lo strappo tra le generazioni.
In otto puntate ci sarà spazio per attività diverse: una gita con pernottamento in riva al Lago di
Canterno, un’escursione didattica al Parco archeologico di Ostia antica e una alla Cripta della
Cattedrale di Anagni, torneranno gli avvincenti Giochi della gioventù, il bidello Enzo proporrà un
torneo di ping pong e uno di calciobalilla, ci sarà una recita in inglese e un ballo finale del corso a
tema disco music.
Tra il cast tante conferme: dal super severo preside Paolo Bosisio, alla professoressa di matematica
e scienze Maria Rosa Petolicchio, al professore d’italiano Andrea Maggi, a quello di storia e
geografia Luca Raina, ad Andrea Carnevale per le lezioni di arte e l’amato bidello Enzo. Non
mancheranno le novità: il professor Duccio Curione sarà il nuovo docente di educazione fisica, la
cantante Silvia Smaniotto porterà le canzoni degli anni ’70 al Collegio nelle lezioni di Educazione
musicale, Denise Mcnee sarà la nuova insegnante di inglese, Lidia Carew insegnerà a stare in pista
ai ragazzi nelle lezioni di ballo. Per la prima volta ci sarà spazio per un corso di cinema con il regista
Lorenzo Vignolo, lo psicologo Marco Volante sarà il relatore del convegno e la psicologa Roberta
Sette introdurrà i collegiali all’educazione sessuale.
Ad affiancare la storica sorvegliante Lucia Gravante un nuovo collega Matteo Caremoli.
La voce di Giancarlo Magalli racconterà e accompagnerà le avventure dei giovani studenti.
Un’edizione davvero ricchissima in un Collegio che preserva le sue regole severe, il corpo docente
fa quadrato per arginare le proteste del mondo giovanile. Sorveglianti, professori e Preside avranno
un compito arduo: guidare i ragazzi, farsi rispettare, evitare ogni insubordinazione, con l’obiettivo
di ricostruire il triangolo famiglia, ragazzi scuola, per pensare al futuro con ottimismo. Senza
cellulari, senza mamma e papà, ce la faranno gli adolescenti di oggi a resistere? L’obiettivo è
superare l’esame di terza media del 1977.
Il programma è stato registrato nel pieno rispetto delle norme di sicurezza previste per l’emergenza
sanitaria in corso.

IL FORMAT
Il Collegio, realizzato in collaborazione con Banijay Italia, è basato sul format internazionale “Le
Pensionnat – That’ll teach’em” di cui la Rai ha acquisito i diritti.
Ogni anno sono migliaia le domande di aspiranti studenti con il sogno di far parte della classe più
famosa della TV. Per la realizzazione del programma hanno lavorato 110 persone. Sono state
utilizzate 10 telecamere con operatore, 32 microfoni a collarino e un drone per le riprese in aeree.
Il Collegio, realizzato in collaborazione con Banijay Italia è basato sul format internazionale “Le
Pensionnat – That’ll teach’em” di cui la Rai ha acquisito i diritti.
È un programma scritto da Luca Busso, con Marco Migliore, Elia Stabellini, Laura Cristaldi, Emanuele
Morelli, Annalisa Gambino, Stefania Piancone; con la regia di Fabrizio Deplano.
LA PRIMA PUNTATA
La prima settimana in Collegio è piena di novità e colpi di scena. I ragazzi scoprono che quest’anno
devono compilare una domanda di ammissione e che i loro genitori giocano un ruolo fondamentale
per il loro ingresso.
Dopo una serie di colloqui, dove si cominciano a svelare i caratteri e si rivelano veri e propri quadri
famigliari, i futuri collegiali scoprono chi è ammesso al Collegio 1977.
Durante la lezione d’italiano del professor Maggi i ragazzi cominciano a raccontarsi e a conoscersi.
Nascono le prime simpatie ma soprattutto i primi scontri tra caratteri molto forti. I collegiali
incontrano i nuovi professori, sono impegnati – per la prima volta al Collegio – in una lezione di tennis
e arrivano, immancabili, le prime punizioni.
Come sempre una volta iniziata l’avventura non resta che adeguare la capigliatura, un momento
quest’anno, particolarmente movimentato!

Continua dopo il banner
Whatsapp o Telegram? Scegli tu come seguirci per ricevere le news del nostro sito comodamente sul tuo smartphone! Basta cliccare su uno dei due riquadri in basso (o su quello di Telegram o su quello di Whatsapp) e successivamente cliccare su Iscriviti(Whatsapp) o Unisciti(Telegram). Ovviamente se vorrai puoi iscriverti anche ad entrambi.